Sympathy for the casino


(Questa dev’essere la più brutta versione del pezzo stonesiano; Jagger è stonato e svogliato come un ubriaco, Richards ha la chitarra scordata e fa dei riffs imbarazzanti per l’inamovibilità della sequenza di note e per il tono nasale dello strumento che pare avere corde di nastro da pacchi, il tappeto ritmico è monotono fino alla fastidiosità di un disco rotto e poi la canzone dura ben oltre il limite dell’inizio di un attacco isterico. Ma è una versione, perciò, diabolica. Comunque è bello vedere come erano quelli che saremmo voluti essere anche noi, almeno finché non li vediamo).