Scie chimiche: ho le prove


E prove schiaccianti. La mia autoradio infatti, grazie alla nota congiunzione temporanea Giove-Saturno, ha acquisito super-poteri e captato il dialogo che avveniva tra l’aereo di cui vedete traccia nella foto e la sua base sudsvedese. I furbastri si esprimevano in Swahili, credendo che un eventuale intercettore ignorasse la perspicuità di questo idioma; purtroppo per loro – il pilota Henry Canard ed il controllore di volo Ingemar Ballӓ – io conosco lo Swahili tanto da usarlo normalmente in famiglia quando davanti al telegiornale mi vengono i bestemmioni. Malgrado ciò, il contatto radio disturbato non mi ha permesso di cogliere esattamente alcuni lemmi; ho provveduto a riportare queste incertezze in corsivo, così che i miei colleghi Swahilofoni abbiano agio nel risalire al giusto vocabolo attraverso la traduzione sbagliata. Buona ricerca della Verità.

IMG_20160218_100447 

 

    • Pilota: “sei uno zero, sei uno zero, sei uno zero…”
    • Controllore di Volo: “lo so. Non continuare a ripetermelo”.
    • P.: “no dicevo: sei uno zero a nido base alpha dumbo, sei uno zero…
    • C.d.V.: “ho capito! Dimmi, sei uno zero!”
    • P.: “sei uno zero!”
    • C.d.V.: “e lo so, me l’hai già detto!”
    • P.: “hai chiesto tu di dirtelo ancora…”
    • C.d.V.: “questa gag sta diventando troppo lunga, sei uno zero”.
    • P.: “hai ragione, alpha dumbo. Sei uno zero è sulla verticale del quadrante 125 come da programma Spectre Goldfinger; chiedo autorizzazione ad irrorare il settore C, ripeto…”
    • C.d.V.: “per carità, sei uno zero: lascia perdere le ripetizioni sennò vien lunga. Autorizzazione accordata; ripeto: autorizzazione accordata, ripeto: autorizzazione accordata, ripeto: autorizzazione accordata! E se vuoi posso anche ripetertelo”
    • P.: “conferma attribuita?”
    • C.d.V.: “eh?”
    • P.: “sei uno zero ad alpha dumbo: chiedo strafonza di corroborare settore C dopo comunicazione prrrrisultato direzione ventààààààà allo scopo di evitare di gasare mia zio che risiede margini settore C Cì-Cì-Cì-Cì-Cì-Cì-Cì-Cì …‘zzo!”
    • C.d.V.: “ricezione insufficiente, sei uno zero, ma se stai zitto un attimo comunico istruzioni: iniziare manovra di rilascio, ripeto: attendere concessione al via per la manovra di rilascio, ripeto: hai iniziato finalmente questa ostia di manovra di rilascio?
    • P.: “ho iniziato manovra di rilascio dal quadrante 21, area global world, alpha dumbo: metemfrintrina cloridrato e pirolone alchilsulfilfollicolato in concentrazione 7-14 per una previsione di copertura di centomila ettari cubici nel settore zeta…
    • C.d.V.: “cosa hai rilasciato, sei uno zero?!”
    • P.: “metemfrintrina cloridrato e pirolone alchilsulfilfollicolato in con…”
    • C.d.V.: “il pirolone sulfilfollicolato è l’antidoto, bestia! Hai rilasciato più antidoto che intossicante! Regolare immediatamente switch concentrazionario! (voce più distante) Ma pensa questo imbecille, che ci combina…”
    • P.: “era l’antidoto? Oh porca puttenna! Ripeto: porca gattana!” (disturbi radio)
    • C.d.V.: “stai curando l’Europa, sei uno zero! Invece dobbiamo farla ammalare, hai ricevuto? Ricevi, sei uno zero?”
    • P.: “sì…”
    • C.d.V.: “confermare!”
    • P.: “confermo ricezione chiara, alpha dumbo. Switch commutato su 14-7. Povera zia…”
    • C.d.V.: “sulla confederazione elvetica regolare concentrazione su 49-7”
    • P.: “boia: non staremo esagerando?”
    • C.d.V.: “scherzi: se non facciamo così, a quelli gli cresce solo la barba. 49-7. O superiore.”
    • P.: “ricevuto”. 

(pausa nella comunicazione)

  • P.: “…sei uno zero per nido base alpha dumbo”
  • C.d.V.: “avanti, sei uno zero”
  • P.: “posso fare una domanda, alpha dumbo?”
  • C.d.V.: “una domanda?… avanti, sei uno zero; sei in rotta livellata, ti vediamo sul radar, scorgiamo la traccia del rilascio; hai problemi di navigazione?”
  • P.: “negativo, alpha dumbo: navigazione regolare”
  • C.d.V.: “esprimi problematica, sei uno zero”
  • P.: “mi chiedevo, alpha dumbo: ma noi siamo europei, no…?”
  • C.d.V.: “che razza di domanda è, sei uno zero? È ovvio che siamo europei: la compagnia è tedesca, tu sei francese e io sono svedese; sei ubriaco, sei uno zero? Hai bevuto durante un volo di questa importanza? Ti rendi conto che se mi cadi, oltre a disintegrare trecento coglionazzi che siedono ignari dietro di te, e passi, rischi di far scoprire i serbatoi di metemfrintrina cloridrato che ti abbiamo attaccato in fusoliera per avvelenare mezzo mondo? Ma che, sei scemo, sei uno zero?”
  • P.: “negativo. Ma pensavo che se siamo europei…”
  • C.d.V.: “…beh?!… Concludi, sei uno zero!”
  • P.: “insomma… sì, voglio dire…”
  • C.d.V.: “sei uno zero: concludere domanda!”
  • P.: “…ma che ci mettiamo ad avvelenare l’Europa, così, a cazzo?!”
  • C.d.V.: “….”
  • P.: “…alpha dumbo, mi ricevi?”
  • C.d.V.: “eee…”
  • P.: “alpha dumbo! Sei uno zero per alpha dumbo! Alpha dumbo, mi ricevi?…”
  • C.d.V.: “oh cristo… ma sì, ma sì…”
  • P.: “non ti ho copiato, alpha dumbo: ripetere”
  • C.d.V.: “sì, sì… è che… è che…”
  • P.: “ricezione frammentata, alpha dumbo: chiare solo interiezioni inutili alla comunicazione; procedo al reset del collegamento?”
  • C.d.V.: “ma no, ma no… lascia stare il collegamento, sei uno zero…”
  • P.: “Ingemar, la voce è distante e strascicata, non distinguo; cosa succede? Hai sentito la mia domanda?”
  • C.d.V.: “sì… sì l’ho sentita…”
  • P.: “hai una risposta?”
  • C.d.V.: “è che non… non… non ci avevo mai pensato!”
  • P.: “ah”.
  • C.d.V.: “eh”.
  • P.: “quindi stiamo avvelenando noi e le nostre famiglie, così, senza manco sapere che cacchio stiamo facendo?”
  • C.d.V.: “Henry, che ti posso dire. Parrebbe proprio di sì”.
  • P.: “e adesso?”
  • C.d.V.: “e adesso che?”
  • P.: “no dico: che facciamo? Io sto irrorando Italia, Svizzera, Austria e Lussemburgo con un tossico a lenta azione per quale cazzo di motivo?”
  • C.d.V.: “e che ne so, io!… irroriamo perché… perché… boh!”
  • P.: “vabbè, vah. Sto lasciando l’area di influenza del tuo radar, Ingemar, passo con Alfredo”
  • C.d.V.: “salutamelo”
  • P.: “certo, te li saluto tutti e due”
  • C.d.V.: “tutti e due?”
  • P.: “si sta sdoppiando. Lui è un po’ più anziano e dopo tutti quegli anni la metemfrintrina comincia a fare effetto”
  • C.d.V.: “fossimo mica dei coglioni, cosa ne dici Henry?”
  • P.: “mah, non ci ho mai pensato. Adesso provo a chiederlo agli Alfredi”
  • C.d.V.: “ciao asmodeo, inturti fenumenalosa…(disturbi radio, la comunicazione si interrompe).

2 pensieri su “Scie chimiche: ho le prove

  1. Ma no, son talmente fresconi, gli inquinatori di Fine di Mondo, che capacissimi di sbagliare l’indirizzo e far fuori quello di fronte, che mi sta pure sulle palle.

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...