La passione della scènza


Abbèrgamo, ogni anno c’è la rassegna “Bergamo Scienza”, a ragione diventata prestigiosa; dato che si paròdiano sempre i famosi, eccola affettuosamente presa un po’ in giro

Cari Bloggutenti; ogni anno, a Bergamo, ha inizio la rassegna “Bergamo Scienza” che raccoglie le voci più autorevoli e le idee innovative nel mondo della ricerca. Dite: ma che c’azzecca con la letteratura? Dico: niente, ma possiamo sempre stare a far poesie alla nostra età? Bergamo Scienza è l’occasione per osservare un mondo solo apparentemente lontano, in verità prossimo a noi stoici ricercatori della giusta parabola da trasmettere ai posteri che, di solito, se la perdono.
Questa della scienza di Bergamo insomma, è una manifestazione molto interessante: non come – tanto per fare un po’ di campanilismo – Brescia Scienza, che non si sa neanche se c’è, o Monzasciènza che non la fanno perché fa ridere.
Ed io sul sito della manifestazione ho raccolto il programma del convegno e vel’invio per cultura generica così che, quando l’anno (questo) verrà e conosceremo l’arcana data (il due di Ottobre), potrete essere indotti a parteciparvi edotti i giorni adatti.

PROGRAMMA

Venerdì 44 Ottobre – per il ciclo: “L’informazione trasmessa”. Il Professor ‘Ndongo ‘Njimenji dell’Università del Botswana tratterà l’argomento: “Raccogliere l’informazione continuando a chiedere in giro: nuove tecniche di selezione e catalogazione dati per lo sviluppo di un mondo in espansione”.

Sabato 100 – argomento: “Esempi di fisica nella realtà quotidiana”. Relatore: il Professor Wallace A.B.C.D.E.F.G. Clucher del MIT di San Antonio (Texas) che dimostrerà come tutti i presenti siano seduti su un oceano di petrolio, per cui poche balle: basta scavare. Durante la parte pratica della conferenza, il Prof. Clucher eseguirà prove balistiche sparando contro il soffitto e catturerà al lazo alcune particelle elementari.

Safedì 1 Ermete – Il Prof. Ben Cheechow (Beniamino Ciccio) dell’Università di Tor Bellamonaca tratterà “La fisica del miracolo: è possibile vedere la Madonna senza schiacciarsi il pollice quando si attacca un quadro?”

Ottigiugno Primo Brumajo – L’Ingegner Joshua E. Donovan, capo del Centro Ricerche della General Motors di Santa Monica tratterà il problema dell’esaurimento dei combustibili fossili ed illustrerà una linea di studi dal titolo: “Nuove tecnologie del trasporto: l’auto a spinta”.

Settettrènta in punto – (Relatori vari) L’architettura dei sistemi complessi ed i castelli di carte: percentuali di crollo di teoria e pratica.

In Lugliembre – Per il ciclo: “Qualità della divulgazione scientifica”, il Professor Bjork Van Der Prott dell’Università di Uppsala illustrerà il principio di azione e reazione spostandosi per l’emiciclo a furia di peti.

Ieri – Il Professor Eustorgio Eustorgi del Centro Ricerche del Gran Sasso inviterà i presenti ad osservare il Bosone di Higgs mentre viaggia attraverso la stanza con spin levogiro assieme al neutrone beta ossigenato irrorato dal vento solare, quindi indicherà il percorso del leptone fino al legame covalente con il neutrino emesso da un diodo di manganese eccitato dal quark “Bellezza”, infine svelerà che è stato tutto uno scherzo ed i cittadini dovrebbero credere solo a ciò che vedono veramente, razza di fregnoni.

Oggi – Il Professor Ko-Tang-Too dell’Università di Mindanao parlerà sull’argomento: “L’intelligenza dei delfini: mito, realtà o scherzo dei delfini?” il suo Assistente Dr. Flipper modererà il dibattito conclusivo.

Domani – Per l’argomento: “Inganni e frodi nella scienza” il Professor Jules De La Varenne dell’École Normale non si presenterà alla conferenza inviando un assistente sordomuto che farà il gesto dell’ombrello.

Forse – Per il ciclo: “Scienza e religione, un possibile punto d’incontro”, il Professor Émile Châque-Jonta presenterà la clonazione in provetta di un prete valdese.

Sesta:– Il filosofo Wolfgang Haagen dell’Università di Gottinga parlerà a lungo e noiosamente sull’argomento. “Prolegomeni di un’eidetica antroposofica: dizionario o pernacchia?” seguirà una compensazione di mezz’ora di disco-music con i “Metallika”.

Nona: Per “L’ottica del riciclaggio: utilizzo del rifiuto organico” a tutti i presenti sarà offerto un buffet a base di avanzi vari in salsa di formalina.

Vespri: Sull’argomento: “Toccare i fondi della ricerca: il finanziamento pubblico, lo stanziamento governativo, l’accattonaggio”; il nutrizionista Professor François Von Capece indagherà l’efficacia della meditazione Zen come metodo per superare il senso di fame lancinante nei digiuni prolungati dei giovani ricercatori.

Compieta: Gabbriele Sammariello (‘O Tottòre), ricercatore precario di Epistemologia alla Sapienza e posteggiatore abusivo tratterà: “La paranomia in Wittgenstein, il mito delle Naiadi, l’etica del capitalismo ed un buon parcheggio – formalismi e basi della ricerca senza scopo”

Concluderà il ciclo: “Frontiere della Ricerca: La Ricerca della Ricerca” una simpatica caccia al tesoro con il corpo docente dei laboratori della Smithsonian University.

Accorrete numerosi.

4 pensieri su “La passione della scènza

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...