Pasqua inevitabile


In un articolo sul Fatto Quotidiano, un prete parla della Pasqua, ne parla – dice l’articolista – “a voce bassa e gentile che è da sola un balsamo”, il che, bisogna convenire, piace.
Cosa dice il prete? Quello che dicono i preti, naturalmente, e cioè che la Pasqua è… è… ed è… tutto quello che sappiamo (dunque non vale ripeterlo); poi l’articolista si lascia sfuggire la domanda illegale; illegale per la logica, intendo:
“e per chi non crede”, cosa rappresenta la Pasqua?
La domanda è illogica perché rivolta ad un prete, che, per assunto primo, crede; perciò non è formulata bene. La domanda formulata bene potrebbe essere: “e lei che crede, cosa pensa possa rappresentare la Pasqua di chi non crede?”.
Ora la domanda è corretta, però è contorta come il filo spinato; la risposta buona di un prete banalmente logico dovrebbe essere pressappoco: “boh, e che cazzo ne so, io sono un prete”, ma esiste un prete banalmente logico? Ovvero: la preterìa è compatibile con la logica? Non sviluppiamo la ricerca di una risposta; sta di fatto che – nel caso detto – lo sventurato prete, rispose.
E disse in sintesi che la Pasqua è la Pasqua anche per un laico, il quale non può evidentemente sottrarsi alla forza pasquale di codesta Pasqua perché dopotutto la Pasqua è la Pasqua, occrìsto.

Ma vediamo: questa domanda così ficcosa: “cos’è la Pasqua per un laico?” – potrebbe essere rivolta ad un laico?
E perché no, direi; basta accettarne la risposta.
La quale potrebbe essere: “una specie di Domenica”, oppure: “un giorno di festa in più, per fortuna”, od anche: “il giorno del compleanno di mio cognato”; tantissime possono essere le risposte del laico pasquale perché vi sono più cose in cielo ed in terra di quante ne contenga la tua teologia, ma il parere di un laico sulla Pasqua non fotte ad alcuno, ed infatti io, per esempio, non sono mai stato intervistato sulla Pasqua.
Comunque, dalla risposta del prete si capisce che siamo sempre là: tu sei cristiano anche se non credi perché non è che non credi, è che sei cieco, hai il cuore chiuso alla fede, ma apri il tuo cuore e vedrai che eccetera.
Non ce n’è, non ce n’è e non ce n’è che il credulon… il credente possa comprendere la scelta, anzi: la natura razionale del non credente; egli credente considera semplicemente impossibile che si possa non credere. Curiosamente, ritiene anche impossibile che si possa credere ai fantasmi, o ai dischi volanti, o ad una entità detta Sghiribiz che si manifesta con un fulgoreo buio, un peto assassino e crei esclusivamente le zanzare; tutte queste credenze sono favole anche per il credente, ma la credenza in Dio no: quella c’è per statuto, tanto evidente che non si può non credere.
Beh, porco Sghiribiz, vien da pensare: che i buoni credenti credano l’incredibile che credono di credere, ma insomma, almeno li si lasci tranquilli nella loro credenza senza far loro domande che rimandano alla logica di tutti i giorni, perché se poi il discorso si fa mondano, concreto, secolare, le regole del dialogo non sono “discorriamo pure, visto che io c’ho raggiòne”, bensì “discorriamo senza preconcetti illogici (cioè: si possono avere preconcetti qualora siano supportati da una logica poliapplicabile, soggetta peraltro ad analisi critica)”.
Anche perché, illogica per illogica, io devo ancora trovare un Pio Qualcosa che creda di dovermi mille Euro. Appena il discorso si fa pratico sugli interessi, infatti, ecco che vale esclusivamente la logica laica anche per i più pii toccati dalla fede.
E questo, per me, è illuminante, perché delle due l’una: o io credo alle cose illogiche, ed allora non riesco a fare distinzioni (perché non uso la logica, ovviamente) o, se faccio distinzioni, allora qui c’è qualcosina che proprio non va, non vi pare?

Comunque, in fondo:  viva la Pasqua. E’ un giorno di festa in più, per fortuna.

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...