C’è sempre San Gennaro


Se si è oppressi da un problema che sembra insolubile, talvolta si prega:

(postulante) – “San Gennaro (ma va bene anche Sant’Eusebio – ndt) fammi la grazia! In cambio non fumo per un mese!”
(San Gennaro) – E chi se ne frega, dico io.
(postulante) – Due mesi!
(San Gennaro) – Aridàje! Ma che cacchio vuoi, insomma?
(postulante) – ‘A grazzia!
(San Gennaro) – Ma sono una statua! Con un sacco di collanine! Sei scemo?
(postulante) – Che fai, Genna’, mi mini la devozzione?
(San Gennaro) – O Gesù Gesù… senti a me: se ti avvicini ancora un po’, suona l’allarme, capìto? Il Mondo è così, casomai non te ne fossi accorto. Vai, vai sempre dritto, va’. E salutami ‘a ssòreta.

Come dargli torto: pregare una statua è inutile. Allora proviamo ad impetrare la grazia da un Ministro:
Ehm… forse sono stato troppo impulsivo: qualcuno ha il numero di telefono?
– io no.
– io no.
– io neppure.

Proprio nessuno?
– no.
– no.
– nonnò.

Oh cacchio. Allora… eee… San Gennaro… davvero non potresti…
(San Gennaro) – Aaahhh!…

Ecco perché la scusa non tiene. Ricordiamocene, alle elezioni.

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...