Ma sì, facciamo la guerra


 

Però, con qualche dubbio ignorantone che s’impone:

–Dubbio primo:  Se in Gheddafia non son mica tutti d’accordo a rovesciare il dittatore sanguinario ed anzi gran parte dello popolo sta proprio col dittatore sanguinario, noi siam nel giusto a bombardare questi e non quelli?

Prima confutazione:  Certo, perché questi oggi bombardati sono i cattivi i quali stan col dittatore sanguinario e quelli sono i buoni perché vogliono la libertà.

Ridùbbi causati dalla prima confutazione:  Come i Mujahiddin, per dire. E l’autodeterminazione val solo per chi scegliamo noi? Non son, quelle, faccende private d’una nazione sovrana? Pregna di petrolio, va bene, ma sovrana?

 

–Dubbio secundo:  E l’IRA allora? Non dico l’incazzatura, dico proprio l’IRA d’Irlanda, che si batteva assai assai contro gl’inglesi oppressori, i quali reagivano con dimolta e talvolta troppa efficienza di violenze. Eppure mai io mi rammento d’un bombardiere spensierato che solcasse quei cieli albioni, a punire la regina. Così i baschi d’Ispagna pure, non son cosa attinente? E quando lì c’era il dittatore Franco, sempre per dire, sanguinario golpista vittorioso grazie nientemeno che a MussolHitler, nemmeno una volta il bombardammo, quello, a mia memoria. Facemmo allora il giusto?

Confutazione secunda:  Sì, perché altro è la maturità dei popoli europei, che ben conoscono l’ampiezza dello iato esistente tra regno e satrapìa; gl’africani, poveretti, ancora questo non sanno. E noi siamo lì per insegnarglielo. Colle bombe, così imparano prima. Si chiama ciò “esportare la democrazia” capito?

Ridùbbio da confutazione secunda:  A dire il vero, no. Come ammazzava Franco, come torturava Pinochet – dico per dire – non mi pare differente in modo sostanziale dai metodi occisori del sàtrapo africano; e siccome anche la Cina – per dir della Cina – si strafotte dei diritti dell’uom cinese, ebbene questo mi si fenòmena come cosa tutta uguale a quel che accade là ove volano orora i nostri bombardieri. E io dico: acciocché il sangue e la sofferenza degli uni sia da pensar differente da quella degli altri, servirebbe avessero questi e quelli una diversa natura, ma – e lo dicon papi e scienziati in coro – ciò non è affatto e l’uomo è uomo eguale malgrado le longitudini. Lo dubbio mi resta quindi natante nel colliquo dei pensieri, tra il mutuo e l’IVA.

                                                                                                               .

Dubbio tertio:  E l’Italia, l’Italia dico, che sbausciò caninamente le mane sanguinose del tiranno men d’una stagione fa, l’Italia che ivi contestualmente firmò, a culo nudo, un trattato d’alleanza con quell’egli brutto e sprezzante là, e di quel trattato fece gloria come di chissà qual progresso, l’Italia, che fa, mo’ lo bombarda? A ragione o meno, il tiranno fetente puote gridare al tradimento degli accordi ed alla lingua biforca del machiavelli de noantri?

Tertia confutazione:  No che non può, il cretino, perché l’accordo prevedeva ch’egli s’impegnasse a ben trattare i sudditi sua e siccome è palese fenomeno ch’egli anzi li maltratti con prepotenti carrarmati, allora quell’accordo nostro più non vale, ché invece egli ora si merita e cannonate e bombe e razzi e pure un calcio in culo.

Aridùbbio dalla tertia confutazione:  Quest’argomento mi ricorda quelle cose scritte in piccolo sui contratti assicurativi, laddove se tu devi esser poi pagato, t’attacchi al prossimo tram nove volte su dieci, in virtù del fatto, per esempio, che il lunedì – e c’era scritto, e l’hai firmato – il lunedì di plenilunio non potevi andar dal parrucchiere pena la decadenza del trattato; oppure che se quel giorno della tua bisogna avesse piovuto, beh, in questo caso è ovvio che l’assicurazione non rispondeva dei cazzi tua; e di queste regoline ve ne son mazzi, tutte celate in righe minime, e pure se le scorgi, tanto sono generiche che non le intendi. E firmi come un pirla. L’Italia s’alleò co’ tedeschi, prima della Gran Guerra, poi si girò di là con un passo di valzer, la vigilia del conflitto, come fosse niente. Mica è la prima volta, questa. Ma che li firmiamo a fare questi accordi che ci fanno tanto schifo? Potremmo mica dirlo subito? – “guardi, quell’accordo mi fa schifo, non lo firmo”. Ah, che bellezza sarebbe. E che risparmio di faccia tosta.

  

–Ancora un dubbiettino:  Dice: “ma non hai cuore? Gl’insorti chiedono aiuto!”. E vorrei vedere; chi è che non chiede aiuto, quando l’insorgenza sua che gli pareva facile si mostra ardua come un carro armato che gli spara? Perché, i Curdi non chiedevano aiuto mentre i Turchi li smitragliavano come al tirassegno? E i nostri vicini slavi, in quel degl’anni ’90, stavano forse in vacanza? ma per restare in Africa…

Confutazion finale:  So già chemmi vuoi dire: molte genti nere d’Africa patiscono eccidi sostanziali senza che noi buana s’intervenga per un cacchio. Perché, ti chiederai; ma il perché sta – oltre che nei misteri della fede – nella geopolitica che ha da relativizzare i drammi tribali per non impegolarsi in mille e mille guerre (c’abbiamo anche altro da fare, eh) minute e difficili da far intendere a’ selvaggi, mentre il nordafrica intanto è più vicino. Vicino e nello spazio, ma anche nell’intendere le ragioni che, per osmosi, gli passiamo a traverso il mare (che è per l’appunto una soluzione salina, come nell’osmosi, e vedi che tutto torna). Sarà quella terra, poi, ad osmosizzare a parole, gesti, bombe e calci in culo il resto delle terre che gli confinano. Resta certo inteso che le parole staranno a loro, come i gesti, e noi penseremo a bombe e calci in culo, che in quello siamo i più bravi, come si sa.

–Addendum:  Sicché la cagion dell’opra nostra è solo in minima sostanza l’aiuto umanitario?

Risposta all’addendum:   La vita è complessa e difficile, ora dormi, stiamo lavorando per te.

Conclusio:  Che frase tranquillizzante. Grazie, amici, buonanotte.

                                                                                                                         .

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...